STORIA DI CONFINI

20 giugno 2014
by guido

DADAIKO PROJECT “STORIA DI CONFINI”

tratto da “Storia di Tönle” di Mario Rigoni Stern

con Lilia Marcucci, Eugenio “il Baci” Canton, violino e voce Carlo Amori, chitarra classica Guido Miani, chitarra acustica e mandola Fabio Ottolina, contrabbasso Carlo Sgarro.
Qui si racconta la storia di Tönle Bintarn, contadino e pastore dell’Altopiano di Asiago, tra la metà del 1800 e il 1917. In cimbro, l’antica lingua dell’Altopiano, Bintarn vuol dire “invernatore”, colui che torna per l’inverno. E Tönle lo fa sempre perché alla prima neve, ovunque si trovi, sente una forte nostalgia per la sua casa. A quel tempo, le esigenze della vita portavano gli uomini di confne (perché l’Altopiano di Asiago era un confne italiano con l’Austria) a valicarli in cerca di lavoro, per contrabbandare, per scambiare merci. Si racconta qui di un uomo libero, che non ama i confni e non si sente straniero in nessun paese, ma ama profondamente la sua piccola patria: una casa con un ciliegio sul tetto.
Ci accompagnano le musiche dei “Dadaiko”, musiche klezmer, rom, tzigane e mediterranee: musiche senza confini per farci volare, perché dall’alto i confini non si vedono.